Music & Visions project * Dabrye – (feat. Ghostface Killah) / Kehinde Wiley

Music & Visions

selezione musicale a cura di  Massimo Di Roma,
selezione progetto visuale a cura di  Nicoletta Lolli

cliccare sulle immagini per ingrandire

Questo slideshow richiede JavaScript.

translator on the right side
traductor en el lado derecho
traducteur à droite

Dabrye – Emancipated (feat. Ghostface Killah)
Il ritorno atteso di Dabrye si è finalmente materializzato. Si tratta di un disco che porta a completamento la sua trilogia profetica surrogando le sapienze e le incidenze di un cast di ospiti stellare. Tra gli Apostoli dell’opera troviamo DOOM, la cui precedente collaborazione con il nostro è ormai leggenda nonché punto di riferimento per molti, il profeta del Wu Tang Clan Ghostface Killah, il paroliere di Long Island Roc Marciano, il re delle rime baciate di L.A. Jonwayne. Le basi sono electro hip hop pungenti e squadrate, una via di mezzo tra classicismo di stampo underground con quell’estetica che dominava le scene dieci, quindici anni fa e che ancora sembra non avere esaurito la propria spinta propulsiva. Il tutto in una totale esaltazione del Detroit style condensato in un format ritmico portentoso. Utilizzare con cura, può indurre all’assuefazione. (Massimo Di Roma)

Kehinde Wiley – Rumors Of War
Nato a Los Angeles, vive e lavora a New York, ritrattista provocatorio, dipinge figure eroiche e maestose, contrapponendo elementi propri della ritrattistica tradizionale barocca con figure urbane reali, generalmente persone di colore, incontrati nei viaggi intorno al mondo.   Personaggi anonimi del nostro tempo vengono nobilitati e glorificati in ritratti, che li trasformano in  eroi con una storia di potere e ricchezza.  
E’ interessante l’accuratezza dei riferimenti storici, in particolare nel progetto che presentiamo qui, in cui la violenta mascolinità di giovani di colore si oppone alla ritrattistica equestre convenzionale.   Corsi e ricorsi artistici si rincorrono dai fasti del passato fino alle strade di oggi e ritorno, ricchezza e prestigio si oppongono alla gente di strada provocando un malessere sociale  e visuale, che infine paradossalmente riunisce le due realtà offrendoci una prospettiva sociale contemporanea, tanto surreale, quanto tragicamente attuale. (Nicoletta Lolli)

translator on the right side
traductor en el lado derecho
traducteur à droite

Rumors of war

Rumors of War is a series inspired by the history of equestrian portraiture. With heights of over nine feet, the paintings’ exaggeration of scale and high-keyed cinematic color highlight Wiley’s interest in the aestheticization of power and masculinity. The clash of centuries and societies heightens the sense that these men are riding steeds in a charged non-space outside of time, while the extraterrestrial greens and blues of the minimal landscape push the surreal aspect almost to the breaking point. The sitters for these works include people the artist meets on the street, mostly from 125th street in Harlem.

Segui The PasseNger Times su facebook ∞ instagram ∞ twitter

leave a comment / lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.