Masters * Hannah Höch

a cura di Nicoletta Lolli

“Ho fatto tutto e non ho mai badato alla calligrafia e al tratto”.

Anna Therese Johanne Höch , nacque nel 1889 a Gotha, una piccola cittadina tedesca,  crebbe in un ambiente borghese.  Sogna di diventare pittrice, incoraggiata dalla famiglia, nel 1912 si iscrive alla scuola d’arte applicata a Berlino.  Nel 1916 disegna vignette per la casa editrice Ullstein, incontrando quel paradisiaco archivio di immagini che fa esplodere la sua creatività e la sua vita d’artista, è la lei la vera creatrice del collage e del fotomontaggio sperimentale.

Nel 1917 entra a far parte del movimento dadaista, che proprio in quegli anni sta prendendo forma a Berlino.

Il suo compagno Raoul Hausmann, uno dei più influenti rappresentanti del dadaismo berlinese berlinese , di fatto esaltò la propria carriera artistica a discapito del giusto riconoscimento dovuto ad Hannah, ne limitò i contatti con l’ambiente dada, sminuendo la sua importanza come artista.  La relazione durò 7 anni, Hannah siliberò finalmente del giogo artistico, nonostante siano di quel periodo alcune delle sue opere più significative.

 

 

In un periodo in cui la donna cerca di emergere dalla palude culturale che storicamente la relega a deteminati ruoli sociali, Hannah utilizza le immagini idealistiche indirizzate proprio al pubblico femminile, le taglia , le destruttura, le decompone e con grande intuito estetico le fa rinascere, compone nuove  figure  ironiche e sarcastiche, lascia visibili i segni dei tagli netti, che con violenza hanno distrutto lo stereotipo e comunicare che la resurrezione della nuova donna è possibile.

cliccare sulle immagini per ingrandire

HannahHöchTagliatoConUnColtelloDaCucinaDada
Tagliato col coltello da cucina Dada attraverso l’ultima epoca weimariana della cultura della pancia da birra in Germania (1919)

Non solo donne, Hannah Hoch realizzò nel 1919 un’ opera dura e difficile, che ottenne molta attenzione: “Tagliato col coltello da cucina Dada attraverso l’ultima epoca weimariana della cultura della pancia da birra in Germania”.   Il titolo e le immagini utilizzate sono il manifesto della sua protesta artistica, i leader politici della Repubblica di Weimar,  gli sportivi celebri in quegli anni, artisti dadaisti e frammenti  di foto di Berlino.  

Hannah Hoch morì il 31 maggio del 1978 a Berlino, lasciando ai posteri una ricchissima produzione artistica.


Follow The PasseNger Times on facebook  instagram ∞ twitter

Annunci

leave a comment / lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.