Masters * Dora Maar

a cura di Anna Lisa Di Mezza

Double Portrait, 1930
Double Portrait, 1930

translator on the right side
traductor en el lado derecho
traducteur à droite

Dora Maar (Henriette Theodora Marković, le sue origini sono croate), nasce a Parigi nel 1907. Pittrice, scrittrice, fotografa, trascorre l’adolescenza tra Parigi e Buenos Aires, poi frequenta l’École et Ateliers d’Arts Décoratif e l’Académie Lhote dove incontra Cartier- Bresson, apre uno studio in collaborazione con Man Ray, intrattiene una lunga e tormentata relazione con Picasso, incontra il poeta Paul Éluard, firma il manifesto “Appel à la lutte” pubblicato da Breton nel ’34.

La fotografia di Dora Maar è il frutto della sua sofferta presa di coscienza delle disuguaglianze sociali. Fotografa gli emarginati, i deboli, attraverso un connubio tra la “fotografia di strada” e surrealismo, dando vita al cosiddetto street surrealism. Dai suoi occhi viene fuori in maniera violenta la rabbia, ma anche la passione, vibrante, densa.

Ci lascia scatti di valore inestimabile, immagini che ancora oggi invitano alla critica sociale. Dora Maar muore, a Parigi, nel 1997, ma i suoi lavori sopravvivono al tempo, anzi, ne danno costantemente una chiave di lettura di immenso spessore e di grandissima, rara, sensibilità.

Follow The Passenger Times on facebook ∞ instagram ∞ twitter

Annunci

leave a comment / lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.